REGIONE LOMBARDIA

IN MORTE DI NASKO


Il 18 aprile scorso Regione Lombardia ha approvato le misure del'iniziativa "Reddito di Autonomia 2016" e il 29 Aprile la Dgr 5095 con le determinazioni conseguenti per quanto riguarda il "Bonus Famiglia".
Le nuove linee adottate chiudono definitivamente l'esperienza del Fondo Nasko, così come previsto dalla delibera della Regione (Dgr 8412010) che aveva istituito questo strumento di politica sociale unico in ltalia a tutela e favore della maternità in piena ottemperanza con quanto previsto dalla Lg 194178 che regola l'interruzione volontaria di
gravidanza.
La delibera richiamata era, inoltre, il fondamento con cui si riconosceva ai Centri di Aiuto alla Vita, da allora iscritti anche in apposito elenco regionale, un ruolo e una funzione caratteristica di servizio tra cui percorsi di sostegno alle donne in difficoltà economiche e, a causa di queste, intenzionate ad abortire, valorizzando la competenza dei volontari a tutela e difesa della vita umana e di accompagnamento delle madri in percorsi di progettualità personalizzati.
Il pur lodevole contributo alla maternità ora approvato, che pur in molti punti ci preoccupa per la sua non equità ed inclusività, cancella ogni riferimento all'azione di contrasto al ricorso all'lVg, snatura profondamente il ruolo dei Cav e la propria competenza specifica fin qui riconosciuta, riducendoli a giudici di un disagio economico dichiarato che certo non è compito e anima dei nostri colloqui con le mamme e mette i Cav nella condizione di uffici informazioni o ausiliari generici di progettualità non autonome o condivise.
ll fondo Nasko ha permesso esperienze di collaborazione significative tra il nostro Cav, Aziende ospedaliere e Consultori come mai era accaduto in tanti anni di servizio e ha avviato rapporti di rete sociale importanti e innovativi a tutela della vita dei concepiti e delle loro mamme.
Pertanto, il Centro di Aiuto alla Vita Abbiategrasso - Magenta - Rho, pur continuando a collaborare con la Regione, le Aziende Ospedaliere e i Consultori come fin qui fatto secondo la nostra mission e le nostre competenze, auspica da parte della Regione un ripensamento e si augura che Nasko possa tornare a vivere per far vivere.

Magenta, 11 Maggio 2016

Delibera n°5060 del 18-04-16 bonus famiglia

Delibera-istituzione-Nasko

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

2008 - Capofila nel progetto “Educare aiutando” finanziato dal bando Regionale “Fare rete e dare tutela e sostegno alla maternità”, lettera D in partenership con il Cav di Legnano e con l’appoggio dell’Azienda Ospedaliera “Ospedale Civile di Legnano”

Progetto “Curiamoci di Te”  finanziato con L:R: 23/99 “Fare rete e dare tutela e sostegno alla maternità” – ruolo di capofila con partner il “Centro di Aiuto alla Vita Daniela Gulden” di Legnano – approvato, finanziato  e operativo dal 15 Febbraio 2009

Progetto “maternità esperienza bella e possibile oltre le difficoltà” finanziato con L:R: 23/99 “Fare rete e dare tutela e sostegno alla maternità” – ruolo di partner con capofila il Centro di servizio alla famiglia di Assago – approvato , finanziato e operativo da maggio 2009 

2010 - Partner nel progetto “Libere di scegliere la vita” presentato dal Cav “Daniela Gulden” di Legnano ai sensi del bando Regionale “Fare rete e dare tutela e sostegno alla maternità”, 2010, lettera A;

2011 – Progetto “CAV CARE” finanziato da Bando Regionale ex lege 23/99.